Il prossimo primo maggio visto dagli studenti napoletani

#ScuolaLavoro così abbiamo nel sud un problema NON nuovo. Quello del lavoro!NAPOLI Al lavoro di Primo Maggio con l’alternanza #scuola-lavoro: stavolta sono i ragazzi della Quarta A del classico Garibaldi a protestare, come già i colleghi del Vittorio Emanuele in occasione delle Giornate del Fai. Nel giorno della Festa del Lavoro quando saranno impegnati dalle 9 alle 17 nel ruolo di guide turistiche, al Pio Monte della Misericordia indosseranno cartellini «contro l’alternanza scuola sfruttamento», annunciano i minorenni con un video già diventato

Condividi:
Share

La percezione della disabilità in Italia. Numeri CENSIS

Prendo spunto da un articolo per estrarre dei dati che è meglio conoscere: mi hanno meravigliato. L’opinione pubblica stenta a percepire quanto diffusa sia la #disabilità: un italiano su quattro dice di non aver mai avuto a che fare con persone disabili e due italiani su tre pensano che le dificoltà consistano essenzialmente in una limitazione dei movimenti (dati Censis) Tal cosa è davvero preoccupante! Aggiungiamo poi che: Sempre con dati CENSIS nel nostro Paese la disabilità è in aumento. Si contano oggi 4 milioni e 100 mila persone disabili…

Condividi:
Share

Cambiamenti climatici: una strana relazione in America

Una relazione tra uragani ed economia americana è intervenuta in modo del tutto inaspettato. Un articolo di Loretta Napoleoni lo spiega in dettaglio. Noi prendiamo due cose soltanto. Era previsto che … invece: Nel terzo trimestre del 2017 l’economia americana è cresciuta del 3 per cento, decisamente più del previsto (2,6 per cento su base annuale). Alcuni economisti avevano addirittura pronosticato una contrazione a causa dei danni provocati da due uragani consecutivi, e invece non è stato così. Che cosa è accaduto? La spesa dei consumatori è rimasta stabile, e…

Condividi:
Share

Bullismo, autolesionismo e gli inquieti adolescenti di oggi.

Tanti problemi per i genitori di oggi. L’adolescenza è un inquieto periodo ed oggi percorso da molte insidie legate alla rete e alle così dette mode. Un articolo di Internazionale tratto da The Scientist ci introduce al problema. Ci dice che l’aumento dei disturbi mentali nell’adolescenza è diventato una realtà complessa e che il vero problema è che non si fa abbastanza per chi ha davvero bisogno d’aiuto Una spiegazione difusa per l’aumento del malessere giovanile è l’esposizione al bullismo online. Il fenomeno è spesso presentato come la peggiore delle…

Condividi:
Share