Bullismo, autolesionismo e gli inquieti adolescenti di oggi.

Tanti problemi per i genitori di oggi. L’adolescenza è un inquieto periodo ed oggi percorso da molte insidie legate alla rete e alle così dette mode.

Un articolo di Internazionale tratto da The Scientist ci introduce al problema. Ci dice che l’aumento dei disturbi mentali nell’adolescenza è diventato una realtà complessa e che il vero problema è che non si fa abbastanza per chi ha davvero bisogno d’aiuto

Una spiegazione difusa per l’aumento del malessere giovanile è l’esposizione al bullismo online. Il fenomeno è spesso presentato come la peggiore delle minacce, eppure un recente studio, che ha coinvolto più di centomila adolescenti inglesi, rivela che il bullismo reale è più difuso di quello online e spesso molto più nocivo. “I social network sono un nuovo canale, ma il ciberbullismo non è diverso da quello tradizionale”, dice Andrew Przybylski, che ha partecipato alla ricerca.

Inoltre, l’aumento dell’autolesionismo non equivale necessariamente all’aumento del disagio. “Non è dimostrato che nasca da un maggiore livello di soferenza”, dice il pediatra Max Davie. “Potrebbe essere diventato un modo culturalmente più accettabile di manifestarla”.

Come capiamo ci sono mode e modi per manifestare i problemi da parte degli adolescenti e le famiglie e le istituzioni dovrebbero, lo si dice sempre, più attente.

Condividi:
Share