Archivio della categoria: TIC

Rivoluzione intelligente Macchine capaci di apprendere, automobili che guidano da sole, medici a distanza

495EDFA0-C2AE-448F-B32F-DEB6212A7379.pngLe infinite applicazioni di tecnologie e deep learning ci cambiano l‘esistenza Dopo i dubbi relativi alle conseguenze sul mercato lavorativo, arrivano i dilemmi etici . Dagli atenei alle aziende private, ecco gli attori del Rinascimento scientifico 4.0

Condividi:
Share

La percezione della disabilità in Italia. Numeri CENSIS

Prendo spunto da un articolo per estrarre dei dati che è meglio conoscere: mi hanno meravigliato.

L’opinione pubblica stenta a percepire quanto diffusa sia la : un italiano su quattro dice di non aver mai avuto a che fare con persone disabili e due italiani su tre pensano che le dificoltà consistano essenzialmente in una limitazione dei movimenti (dati Censis)

Tal cosa è davvero preoccupante! Aggiungiamo poi che:

Sempre con dati CENSIS nel nostro Paese la disabilità è in aumento. Si contano oggi 4 milioni e 100 mila persone disabili (il 6,7 per cento della popolazione), ma ne prevedono 4 milioni e 800 nel 2020: la durata della vita si è allungata, quindi il numero degli anziani non autosuficienti cresce. Ma anche il numero degli alunni con disabilità nelle scuole è in costante aumento: 156 mila nell’anno scolastico 2015-2016 tra elementari e medie, il doppio di 15 anni fa.

Insomma dati da leggere per riflettere e da leggere l’intero articolo.

Condividi:
Share

UNA BELLA SODDISFAZIONE -10 ALLIEVI-10 CORSI CLASSROOM APERTI – 4 ORE – DI LAVORO- PRIMA VOLTA

No sapevo che titolo dare al post, ma una grande soddisfazione l’ho avuta ieri al termine di quattro ore di corso PON sugli ambienti formativi . Per imparare che cosa è un ambiente di elearning bisogna PROGETTARE e quindi costruire in ambiente. Ho scelto che permette in modo semplice (per chi chi lo usa la prima volta gli appare non del tutto semplice) di progettare e costruire corsi destinati ad una utenza che non è solo scolastica in senso stretto.

Ho portato tutti i corsisti che erano o docenti o personale di segreteria con diverse competenze ed esperienze, praticamente da zero, alla costruzione del loro corso. Li ho aiutati a scegliere da soli un argomento importante e di valore, declinato secondo le loro sensibilità e ambito in cui volevano poi farlo conoscere.  Ho usato la tencnica delle mappe mentali e del brainstorming ed è uscito il  tema della SICUREZZA.  10 partecipanti 10 declinazioni dell’argomento.

Li ho accompagnati nelle 4 ore alla scoperta di come sia possibile con la reciproca fiducia passare da scarse conoscenze a buone e aumentare la propria autostina. Hanno collaborato con me e tra loro tra pari. Non tutti si conoscevano e qualcuno era la prima volta che partecipava ai PON. Un buon risultato nei lavori e una bella soddisfazione di aver aperto loro la mente sulle possibilità di uso dell’Elearning nel loro lavoro.

Nel prossimo incontro sarà facile introdurre Moodle, uno standard di fatto per l’Elearning. Sono certo dei risultati finali.

Condividi:
Share

Corso PNSD 2327 #17 coding alla scuola primaria – Dal Coding alla robotica

Fondamentale è il punto di vista del Governo che ha varato il PNSD.

coding-national-curriculum-computing

“Serve un piano nazionale che consenta di introdurre il (la programmazione) nella scuola italiana. A partire dalla primaria: vogliamo che nei prossimi tre anni in ogni classe gli alunni imparino a risolvere problemi complessi applicando la logica del paradigma informatico anche attraverso modalità ludiche (gamification). A partire dall’autunno, dopo Stati Uniti e Inghilterra, lanceremo in Italia l’iniziativa Code.org, aggregando associazioni, università e imprese, in una grande mobilitazione per portare l’esperienza nel maggior numero di scuole possibili. … ”

Di seguito la documentazione esposta/commentata durante la lezione in aula.

Condividi:
Share